«Green»
una mostra virtuale
di András Ladocsi





Per il 4° anno consecutivo, American Vintage ha premiato il lavoro di un fotografo, in occasione del Festival di Hyères, che si è svolto lo scorso ottobre. In questa 35a edizione, a conquistare la giuria, presieduta da Paolo Roversi, è stato l’approccio intimista del fotografo ungherese András Ladocsi. È lui il vincitore del Premio della fotografia American Vintage 2020.

Come i suoi predecessori, Luis Alberto Rodriguez (2017), Sarah Mei Herman (2018) e Hubert Crabières (2019), András Ladocsi godrà di una dotazione che gli permetterà di produrre ed esporre una serie di fotografie esclusive per il marchio.

András Ladocsi: immortalare l’infinito

È senza dubbio dalla pratica del nuoto che András trae la maggior parte della sua ispirazione.
Nuotatore professionista, per 14 anni, e ora fotografo, la sua pratica fotografica “fissa” i corpi, i colori e il tempo come se stesse nuotando, in “galleggiamento”.

Attingendo ai ricordi raccolti sul fondo delle piscine di acqua clorata, András trasferisce le sue reminiscenze ai suoi modelli per scene di avvolgente intimità. Il tempo di un clic sul pulsante di scatto e il passato e il presente si sfiorano. Presi sul momento, i suoi scatti intimisti e sensibili esplorano i movimenti.

“Ripensando a quel periodo, mi sono venuti in mente dei gesti, delle voci e delle smorfie.
Innanzitutto, ho cominciato a fotografare degli amici, poi degli sconosciuti in situazioni toccanti.”

In attesa del prossimo Festival di Hyères, da giovedì 14 a domenica 17 ottobre 2021, scopri nella mostra virtuale di András Ladocsi, “Green”, realizzata in esclusiva per American Vintage.

Crediti musicali :
MMN #12: ooo
Márton Csernovszky, 2019